• Intermedio-Consumi

    I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ABRUZZESI

    I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ABRUZZESI

    Una prima fotografia della situazione 2014

    RAPPORTO INTERMEDIO

    Read more »
  • cresa_informa_2014_5

    Cresa Informa N. 5/2014

    L’Abruzzo ha mostrato, nonostante tutto, una apprezzabile capacità di tenuta rispetto alla crisi. Ciò è valso finora anche per i settori più colpiti dalla recessione, come la manifattura.
    Nonostante le criticità strutturali, acutizzate dalla fase ciclica negativa che tuttora perdura, e l’asimmetria degli effetti con cui si è manifestata la crisi, il restringimento della base occupazionale è stato complessivamente inferiore a quanto ci si sarebbe potuti aspettare.

    Read more »
  • suppl_2014_2

    Supplemento al N. 2/2014

    Nell’attuale fase di crisi l’artigianato è stato colpito in maniera particolare. Nel biennio 2012-2013 vi sono state, in media,3.250 cessazioni pari al 9% delle imprese rispetto
    allo stock del 2011, a fronte del 7,8% registrato negli altri settori. Le chiusure non sono state compensate dalla nascita di nuove attività imprenditoriali. La combinazione di questi due effetti (elevata mortalità e bassa natalità) si è tradotta in una riduzione del numero delle imprese artigiane del 3% rispetto al 2011, mentre il numero di imprese non artigiane è rimasto sostanzialmente invariato.

    Read more »
  • news

    INDAGINE CONGIUNTURALE CRESA SULLE IMPRESE ARTIGIANE

    Le imprese artigiane stanno affrontando gravi difficoltà, con calo del fatturato e dell’occupazione, che producono una dinamica imprenditoriale pesantemente negativa.

    Le previsioni per il prossimo semestre sono pessimistiche.

    Read more »
  • Ann_Ser2014

    Annuario del Terziario Avanzato – Edizione 2014

    La crescita dei servizi, in particolare di quelli ad alto contenuto di conoscenza (KIS – Knowledge Intensive Services), è un fenomeno complesso che investe a più livelli sia il sistema produttivo sia la società nel suo insieme. Tale crescita si manifesta sia con un crescente peso delle attività terziarie nella produzione del valore all’interno dell’impresa, sia con la tendenza delle aziende ad esternalizzare alcune fasi della catena del valore.

    Read more »
  • news

    ANNUARIO DELLE AZIENDE ABRUZZESI DEI SERVIZI AVANZATI Anno 2014

    Con l’Annuario delle aziende abruzzesi dei servizi avanzati – Anno 2014, il CRESA, allo scopo di cogliere le mutevoli caratteristiche del sistema economico-sociale anche alla luce delle strategie europee, ha profondamente rivisitato la struttura delle tre precedenti edizioni.

    Read more »
  • cop_es2013_ev

    Economia e Società in Abruzzo – Rapporto 2013

    L’economia italiana stenta a riavviarsi su un sentiero di crescita. Il 2013 è stato ancora un anno negativo, con un calo del Pil del -1,9%, in lieve rallentamento rispetto al -2,4% dell’anno precedente. L’andamento produttivo rimane stagnante, anche se gli indicatori congiunturali nella prima parte del 2014 mostrano fragili segni di miglioramento.

    Read more »
  • 2014_2

    Congiuntura Economica Abruzzese n. 2/2014

    Come era già apparso chiaro alla fine dello scorso anno il 2013 è stato, probabilmente, uno degli anni più duri della crisi per l’Abruzzo. In base alle stime di Prometeia
    elaborate nel luglio scorso, nel 2013 il Pil dell’Abruzzo si è ridotto, infatti, del 4,1% rispetto all’anno precedente (-1,9% l’Italia; -4% il Mezzogiorno), facendo registrare la dinamica peggiore dal 2009 (quando la riduzione era stata di -6,4%). Nel complesso, tra il 2007 e il 2013 l’Abruzzo ha perso 2,5 miliardi di euro di Pil in termini reali.

    Read more »
  • column_chart

    CRESA INFORMA N. 4/2014

    2014: nelle imprese abruzzesi saldo occupazionale negativo ma in recupero rispetto al 2013. Nello stesso periodo le assunzioni aumentano del 5%.

    Per il 2014 le imprese abruzzesi prevedono un saldo occupazionale negativo (-5.100 lavoratori) ma in fase di recupero rispetto ai 7.600 posti in meno del 2013. Tale risultato deriva dalle 18.200 assunzioni programmate e dalle 23.300 uscite, secondo le rilevazioni del Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro elaborate dal CRESA – Centro Regionale di Studi e Ricerche Economico Sociali istituito dalle Camere di Commercio d’Abruzzo.

    Read more »
  • cop_Turismo

    Il TURISMO in Abruzzo

    Promuovere la proposta turistica di un territorio significa, necessariamente e prima di tutto, conoscerlo. E per averne conoscenza reale, piena, occorrono sia le informazioni quantitative – i dati – sia l’esperienza, l’assidua frequentazione, la conoscenza empirica. Le informazioni le si deve attingere da fonti diverse. Alcune di queste sono più robuste e consolidate; altre presentano insufficienze di vario genere e un diverso grado di completezza.

    Read more »
  • gi_ec_2014

    L’economia abruzzese nei dati del Sistema Camerale

    La Cassa Integrazione Guadagni aumenta in regione del 14,7%, in controtendenza con la media nazionale (-1,4%), sono oltre 37 milioni le ore autorizzate.
    Le imprese diminuiscono in regione dello 0,8 % (-0,5% in Italia) e quelle artigiane calano del 3,0% più di quanto accade a livello nazionale (-2,1%).

    Read more »
  • 2014_1

    Congiuntura Economica Abruzzese : N. 1/2014

    Dopo quasi un biennio declinante, nei primi mesi del 2014 la produzione industriale in Abruzzo torna a mostrare un segno positivo.
    La buona performance dei livelli produttivi, accompagnata dai risultati positivi di tutti gli altri indicatori congiunturali – inclusi, per la prima volta dopo un lungo periodo negativo, gli ordinativi interni – è associata al miglioramento del clima di fiducia delle imprese.

    Read more »

In Primo Piano

cresa_informa_2014_5

Cresa Informa N. 5/2014

L’Abruzzo ha mostrato, nonostante tutto, una apprezzabile capacità di tenuta rispetto alla crisi. Ciò è valso finora anche per i settori più colpiti dalla recessione, come la manifattura.
Nonostante le criticità strutturali, acutizzate dalla fase ciclica negativa che tuttora perdura, e l’asimmetria degli effetti con cui si è manifestata la crisi, il restringimento della base occupazionale è stato complessivamente inferiore a quanto ci si sarebbe potuti aspettare.

Pubblicazioni Periodiche

suppl_2014_2

Supplemento al N. 2/2014

Nell’attuale fase di crisi l’artigianato è stato colpito in maniera particolare. Nel biennio 2012-2013 vi sono state, in media,3.250 cessazioni pari al 9% delle imprese rispetto
allo stock del 2011, a fronte del 7,8% registrato negli altri settori. Le chiusure non sono state compensate dalla nascita di nuove attività imprenditoriali. La combinazione di questi due effetti (elevata mortalità e bassa natalità) si è tradotta in una riduzione del numero delle imprese artigiane del 3% rispetto al 2011, mentre il numero di imprese non artigiane è rimasto sostanzialmente invariato.

Ann_Ser2014

Annuario del Terziario Avanzato – Edizione 2014

La crescita dei servizi, in particolare di quelli ad alto contenuto di conoscenza (KIS – Knowledge Intensive Services), è un fenomeno complesso che investe a più livelli sia il sistema produttivo sia la società nel suo insieme. Tale crescita si manifesta sia con un crescente peso delle attività terziarie nella produzione del valore all’interno dell’impresa, sia con la tendenza delle aziende ad esternalizzare alcune fasi della catena del valore.

cop_es2013_ev

Economia e Società in Abruzzo – Rapporto 2013

L’economia italiana stenta a riavviarsi su un sentiero di crescita. Il 2013 è stato ancora un anno negativo, con un calo del Pil del -1,9%, in lieve rallentamento rispetto al -2,4% dell’anno precedente. L’andamento produttivo rimane stagnante, anche se gli indicatori congiunturali nella prima parte del 2014 mostrano fragili segni di miglioramento.

2014_2

Congiuntura Economica Abruzzese n. 2/2014

Come era già apparso chiaro alla fine dello scorso anno il 2013 è stato, probabilmente, uno degli anni più duri della crisi per l’Abruzzo. In base alle stime di Prometeia
elaborate nel luglio scorso, nel 2013 il Pil dell’Abruzzo si è ridotto, infatti, del 4,1% rispetto all’anno precedente (-1,9% l’Italia; -4% il Mezzogiorno), facendo registrare la dinamica peggiore dal 2009 (quando la riduzione era stata di -6,4%). Nel complesso, tra il 2007 e il 2013 l’Abruzzo ha perso 2,5 miliardi di euro di Pil in termini reali.

2014_1

Congiuntura Economica Abruzzese : N. 1/2014

Dopo quasi un biennio declinante, nei primi mesi del 2014 la produzione industriale in Abruzzo torna a mostrare un segno positivo.
La buona performance dei livelli produttivi, accompagnata dai risultati positivi di tutti gli altri indicatori congiunturali – inclusi, per la prima volta dopo un lungo periodo negativo, gli ordinativi interni – è associata al miglioramento del clima di fiducia delle imprese.

2013_4

Congiuntura Economica Abruzzese n. 4/2013

I dati della congiuntura abruzzese del quarto trimestre 2013 segnalano un complessivo miglioramento del quadro congiunturale, che dovrà essere adeguatamente confermato e consolidato nei prossimi mesi perché si possa parlare di avvio di quella ripresa che da ogni parte viene da tempo auspicata.

2013_3

Congiuntura Economica Abruzzese N. 3/2013

Nel terzo trimestre 2013 la produzione industriale in Abruzzo ha mantenuto una tendenza negativa con un
calo del -3,5% rispetto allo stesso periodo del 2012, mentre la variazione congiunturale è stata del -7,1%.
L’indagine congiunturale sull’industria manifatturiera del Cresa è stata effettuata su un campione di 430 imprese.

Pubblicazioni Monografiche

cop_Turismo

Il TURISMO in Abruzzo

Promuovere la proposta turistica di un territorio significa, necessariamente e prima di tutto, conoscerlo. E per averne conoscenza reale, piena, occorrono sia le informazioni quantitative – i dati – sia l’esperienza, l’assidua frequentazione, la conoscenza empirica. Le informazioni le si deve attingere da fonti diverse. Alcune di queste sono più robuste e consolidate; altre presentano insufficienze di vario genere e un diverso grado di completezza.