CRESA INFORMA N. 6/2017

Istogramma
Le imprese abruzzesi richiedono meno laureati e diplomati che in Italia.  Economisti, ingegneri elettronici e industriali i laureati più richiesti.

Le imprese abruzzesi dell’industria e dei servizi prevedono di assumere tra agosto e ottobre di quest’anno 18.020 lavoratori, dei quali il 10,2% laureati, il 36,4% diplomati, il 28,0% titolari di diplomi professionali e il 25,3% lavoratori senza formazione specifica. Laureati e diplomati pesano meno che in Italia (rispettivamente 14,6% e 38,1%) mentre gli assunti con diplomi professionali o senza formazione specifica saranno più numerosi rispetto alla media italiana (rispettivamente 25,1% e 22,1%). E’ quanto emerge dalle elaborazioni che il CRESA ha svolto sulla base dei dati del sistema informativo Excelsior, realizzata da Unioncamere in accordo con l’ANPAL.

Le imprese abruzzesi, inoltre, si aspettano di avere difficoltà a trovare un laureato su 3 (35,6%) mentre sarà meno complicato reperire diplomati e titolari di diplomi professionali (rispettivamente 22,3% e 25,2%) e soprattutto lavoratori senza formazione specifica (11,3%).

Tra i laureati saranno più richiesti quelli con indirizzo economico (440), seguiti da quelli con indirizzo giuridico (260), e ingegneri elettronici e industriali (rispettivamente 170 e 150). Le imprese prevedono difficoltà nel trovare 3 ingegneri elettronici su 4 (74,0%) e 2 ingegneri industriali su 3 (68,8%), principalmente a causa del ridotto numero di candidati. Le minori difficoltà si riscontrano per i laureati con indirizzo giuridico (1,1% delle 260 assunzioni) e con indirizzo sanitario (6,8% delle 130 assunzioni). A livello provinciale si prevede il maggior numero di assunzioni di laureati in ingegneria elettronica e con indirizzo giuridico a L’Aquila (rispettivamente 60 e 130), economico e sanitario a Pescara (rispettivamente 160 e 50), in ingegneria industriale e con indirizzo linguistico a Chieti (rispettivamente 50 e 40).

Tra i diplomati saranno più ricercati quelli con indirizzo amministrazione e finanza (810), meccanica e meccatronica (760), elettronica (470), turismo (450) e informatica (260). Le imprese prevedono grandi difficoltà nel reperimento di diplomati con indirizzo costruzioni (79,1% delle 160 assunzioni) e socio-sanitario (85,9% delle 90 assunzioni). A livello provinciale il maggior numero di assunzioni programmate di diplomati con indirizzo elettronico informatico e costruzioni sarà a L’Aquila (rispettivamente 150, 80 e 60), turismo a Teramo (150), amministrazione a Pescara (260), meccanica a Chieti (340).

ci_2017_6

Il documento integrale è disponibile di seguito:

CRESA Informa 6-2017

Print Friendly, PDF & Email