La montagna italiana tra marginalità e sviluppo

La documentazione statistico-economica raccolta nel presente volume si inserisce in una più ampia iniziativa, promossa dalla Camera di Commercio dell’Aquila e raccolta dall’Unioncamere, di costituire, attraverso una Consulta delle Camere con territorio montano superiore al 50 per cento, un momento di sintesi, di proposta e di impulso per tener alto l’interesse sulla montagna e spingere le sedi competenti ad azioni concrete per evitare che la marginalità della stessa montagna diventi irreversibile.

È evidente che il dispiegamento di tale azione presuppone una conoscenza puntuale ed aggiornata dello status socio-economico delle aree montane; di qui il volume alla cui predisposizione ha atteso un Centro di matrice camerale, il Cresa (Centro di Ricerche Economico Sociali Abruzzesi istituito dalle Camere di Commercio d’Abruzzo) volume che, fra l’altro, sarà oggetto di dibattito nel corso di un Convegno in programma a L’Aquila il 22 gennaio 2003 dove il sistema camerale, in sintonia con esponenti del mondo
politico, imprenditoriale e scientifico cercherà di definire le strategie più appropriate per il rilancio della montagna italiana.
Nell’auspicare che da questa iniziativa possano derivare positivi riscontri e nuovo slancio progettuale si ringraziano i ricercatori del Cresa e i collaboratoti della Camera di Commercio dell’Aquila per l’impegno profuso.

BENITO BOVE
Presidente del Cresa

La pubblicazione è scaricabile in formato pdf:

Prefazione

Sommario

Introduzione e Avvertenze

Cap. 1 La questione delle aree montane

Cap. 2 La mappa socio economica della montagna italiana

Indice e Bibliografia

Print Friendly, PDF & Email